martedì 25 marzo 2008

Le star di Hollywood contro il Rigassificatore (a Malibu)

Girando in rete ho scoperto che rigassificatore in inglese si dice LNG terminal (Liquified natural gas terminal).
Ne volevano mettere uno anche a Malibu: ovviamente le star di Hollywood che a Malibu ci vivono si sono mobilitate per bloccare il progetto.
Per chi non conosce l'inglese ecco qualche pillola.

Halle Barry ad esempio dice che "E' la battaglia più importante da anni... questo progetto ce lo stavano facendo passare sotto il naso" (E mi pare che anche a noi ad Agrigento la stanno facendo sotto il naso, n.d.r.)

Jane Seympour dice che Malibu "E' un posto speciale... e noi vogliamo che sia sicuro. E pulito." (Non vale forse lo stesso per porto Empedocle, San Leone, Agrigento, La valle dei templi? Non li vogliamo posti sicuri. E puliti?, n.d.r.)


I titoli finali dicono: "La tipica nave Metaniera è più lunga di tre campi di calcio (football americano, non calcio italiano! n.d.r.) e può trasportare oltre 33 milioni di galloni di metano. Si stima che l'esplosione di una nave metaniera avrebbe la potenza di una piccola bomba atomica! "



Nel video che potete vedere qui sopra si riconoscono:



















Pierce Brosnan Halle barry
Daryl Hannah Ted Danson

3 commenti:

Roberto ha detto...

Fortissimo questo video!
Testimonial mondiali gratis...

Anonimo ha detto...

Whaooooooo, E' davvero una chicca.
Forza, Caterina Busetta! Voterò per te contro il rigassificatore nella Valle dei Templi...

Un amico della verità ha detto...

Questa crociata contro il rigassificatore non mi convince cercherò di spegarLe il perchè:
il rigassificatore di per se non è un ecomostro nel senso che nella sua attività routinaria non produce emissioni all'atmosfera (eccezion fatta per l'emissioni convogliate della caldaia comunque paragonabili a quelle di un condominio riscaldato con caldaia a gas!).
Sintetizzando quindi l'impatto ambientale che produrrebbe è legato all'impatto paesaggistico (e converrà che nel caso di Porto Empedocle si tratta di fonte de minimis visto il contesto nel quale verrebbe costruito - se vuole possiamo approfondire questo aspetto) ed al traffico veicolare che genererebbe nel porto al quale è asservito (ma non valorizzerebbe quella cattedrale nel deserto che di fatto è il Ns. Porto??).

Tutt'altro discorso sono gli effetti legati alla sicurezza di un impianto di rigassificazione usati in maniera impropria per definire ecomostri questo tipo di impianti. La sicurezza di un impianto industriale deve essere garantita sempre e comunque e con questo obiettivo i tecnici della sicurezza conducono l'analisi di rischio: l'impianto di rigassificazione si presenta come un impianto a rischio di incidente rilevante (definizione ex lege 334, altrimenti nota come Seveso 2) ed alcuni degli scenari incidentali (e.g. un esplosione in alcuni punti particolari dell'impianto) possono avere impatto verso l'esterno del sito: la peggior magnitudo dei sopraddetti scenari incidentali Le risulta possa provocare danno a qualsivoglia bene archeologico della Valle dei Templi???

Senza fare alcun calcolo Le rispondo io: IMPOSSIBILE THAT'S IMPOSSIBLE!!!!