venerdì 11 aprile 2008

Il mio appello per salavare la Valle dei Templi

E' di mercoledì 9 aprile la notizia del “Sole 24 Ore” che la sottocommissione del Ministero dell'Ambiente, che istruisce la procedura di VIA (valutazione di impatto ambientale), ha dato un primo parere favorevole al rigassificatore di Porto Empedoclce.
Quale componente del consiglio del Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, chiederò una convocazione urgente del CDA per adottare gli opportuni mezzi giuridici di contrasto al nulla osta del Ministero dell'Ambiente.
Abbiamo letto nel “Giornale di Sicilia” del 10 aprile (pag.4) che i candidati del Pdl della Sicilia Orietntale e precisamente Stefania Prestigiacomo, Titti Bufarddeci, Roberto Centaro, Fabio Granata e Bruno Alicata hanno fortemente protestato contro la decisione del Ministero dell'Ambiente di autorizzare il rigassificatore a Porto Empedocle “in quanto è anomalo che, dopo un lungo periodo in cui le attività della Commissione Via sono state bloccate, la decisione venga assunta con inusuale solerzia alla vigilia del cambio di governo. La preoccupazione per il nostro territorio è che si vogliano mettere davanti al fatto compiuto i governi di domani, e in particolare quello regionale che dovrà definire il piano energetico regionale che dovrà individuare la posizione da assumere in ordine ai rigassificatori di Porto Empedocle e quello della zona industriale di Siracusa”.
E' stata tempestiva la reazione dei candidati del Pdl della Sicilia orientale. Stupisce invece il silenzio dei candidati della Pdl di casa nostra, a partire proprio da Angelino Alfano che è agrigentino e coordinatore regionale del Pdl. E' inquietante anche il silenzio di tutti gli altri candidati agrigentini di entrambi gli schieramenti.
Ho accettato di candidarmi nel partito democratico per la Regione Siciliana per gridare forte il mio NO al rigassificatore nella Valle dei Templi di Agrigento, anche se sono consapevole che nel partito democratico, come del resto negli altri partiti, siano in molti i favorevoli al rigassificatore.
Il mio NO sarà tanto più forte quanto più vasto sarà il consenso che mi darete il 13 e il 14 aprile, per impedire che il paesaggio storicizzato della Valle dei Templi ancora intatto venga trasformato in uno scenario industriale come quello di Gela, Priolo e Augusta

7 commenti:

Un vecchio prof. di storia dell'arte ha detto...

Brava Caterina,
combatti con tenacia la tua battaglia.
Il mondo della cultura è con te

Anonimo ha detto...

Bravo prof. Caterina ha bisogno dell'appoggio del mondo della cultura. Signor Camilleri, e allora....Montalbano sono.

Anonimo ha detto...

Appelli e lettere aperte... Credete di vincere così? O si tratta solo di "rumore"? Fin da piccola mi hanno insegnato che qualsiasi cosa dovevo chiedere a un ente, avrei dovuto farlo in maniera formale. Domande, istanze, ricorsi e quanto altro. Da un pò di tempo, noto invece la moda della comunicazione di massa (o alla massa?), senza che nulla venga formalizzato. Quali gli obiettivi?

Anonimo ha detto...

Ma se perfino il sondaggio nel suo blog dice che la maggioranza è favorevole al rigassificatore!

Anonimo ha detto...

Io spero che questo rigassificatore lo costruiscano davvero e salti in aria portandosi con sé i politici corrotti agrigentini (di destra e di sinistra), i sindicalisti venduti alla lobby dell'Enel, la stampa codina e fiancheggiatrice dei potenti, Legambiente e i Verdi di Agrigento servi dei padroni, Giulia Maria Mozzoni Crespi, Melisenda Giambertoni e Giovanni Puglisi supporter di Totò Cuffaro, e tutti coloro con mentalità servile come te ultimo "anonimo": saltate pure in aria e andate al diavolo...

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con te, ma hai dimenticato di aggiungere i principali responsabili di questo crimine: il sindaco Firetto e i funzionari infedeli come la sovrintendente Costantino e il comandante Trogu. Che schiattino pure loro...

WillyWonka ha detto...

Torno dopo oltre una settimana su questo blog e vedo che si è popolato di gente "sportiva"...ragazzi invece di augurare a chi non è d'accordo con voi di schiattare ricordatevi Voltaire: "Non sono d'accordo con te, ma darei la vita per consentirti di esprimere le tue idee."

In bocca al lupo signora Caterina anche se sul rigassificatore non sono d'accordo con Lei ma non ho dubbi sulla sua onestà personale!